sabato 17 aprile 2021

L'occhio di Vetro

Antologia di racconti Realisti terminali curata da Daniele Maria Pegorari

L'occhio di Vetro

L’amico italianista e narratore Daniele Maria Pegorari ha appena curato e dato alle stampe  con la casa editrice Mursia, nella mia collana Argani, l’antologia “L’occhio di vetro” “in cui si presentano scrittori che in modo vario e con differente istanza si misurano con il Realismo Terminale.

Esplorare anche nella narrativa il Realismo Terminale è una opportunità ben lasciata nelle mani di Daniele Maria Pegorari. Ha saputo mescolare situazioni, nazionalità, latitudini e stili. In fondo si tratta di un cocktail, non da bere, ma da gustare con la comprensione e lo sguardo della lettura.

Mi piace immaginare di intersecare L'occhio di vetro, libro antologico, curato da Daniele Maria Pegorari, con Luci di posizione, per la cura di Giuseppe Langella. L’insieme è una buona confusione creativa, il momento in cui il disordine “accatastivo” diventa fondamento armonioso del possibile e quindi del Realismo Terminale.

Gli autori compresi nella antologia sono:

  • Cristò,
  • Matteo Fais,
  • Stefanie Golish,
  • Stefano Guglielmin,
  • Izabella T. Hostka, 
  • Eugenio Lucrezi, 
  • Marilù Oliva,
  • Salvatore Ritrovato.

Condividiamo le recensioni di:

  • Sergio D'Amaro su "la Gazzetta del Mezzogiorno", 
  • Enzo Mansueto sulle pagine baresi del "Corriere della sera",
  • Raffaella Tamba sul blog libroguerriero, 
  • Lucia Dell'Aia su "l'immaginazione", 
  • Alberto Fraccacreta su "Oblio".


Visualizzazioni: 103
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +